Un po’ di tempo fa avevamo parlato dell’intenzione di Google di entrare nelle case della gente. Ovviamente si fa per dire. In realtà il colosso di Mountain View ha intenzione di entrare nei negozi.Finora sono presenti delle ricostruzioni di piazze, strade, paesi e quant’altro. Adesso Google Maps promette di consentire agli utenti che optano per la visualizzazione “reale” con l’omino arancione trascinato nel tracciato, di entrare nei negozi.

Una trovata dall’indubbia portata tecnologica ma molto interessante soprattutto dal punto di vista strategico e commerciale. Google ha lanciato il servizio “indoor” da pochissimi giorni ma lo ha fatto soltanto sui mercati giapponese ed americano.

Per il momento sono entrati nel suo raggio fotografico grandi magazzini, aeroporti e stazioni ferroviarie. La versione nuova di Maps è pensata anche per essere navigata da dispositivi mobili, smartphone e tablet, rigorosamente Android.

Ci saranno delle novità, è una promessa di Google, già nei prossimi mesi, quando le mappe scandaglieranno anche edifici pubblici e privati. L’importante è che i gestori degli edifici in questione siano d’accordo con l’iniziativa e diano il consenso alla mappatura.

Un puntino azzurro, che segnala la posizione dell’utente sulla mappa, sarà corredato da una serie di consigli commerciali. Una rivoluzione che dal punto di vista pubblicitario farà davvero faville.