Google Maps permette, adesso, ai disabili motori di muoversi un po’ più liberamente nelle città. Tutte le persone che sono, purtroppo, costrette a muoversi attraverso le sedie a rotelle sono, spesso, vittime delle barriere architettoniche delle strade e dei palazzi che rendono problematico il loro spostamento all’interno delle città. Anche se esistono applicazioni che possono agevolare i momenti di queste persone all’interno delle città indicando dove è possibile andare con una sedia a rotelle, vero è che nessun sistema di mappe ha, sino ad ora, pensato alle necessità di questi utenti.

Ma grazie a Rio Akasaka, product manager di Google Drive, ed al progetto “20% time“, i disabili motori potranno utilizzare Google Maps per muoversi più agevolmente all’interno delle città. Il progetto “20% time”, si ricorda, è un’iniziativa di Google che permette a tutti i suoi dipendenti di spendere un giorno alla settimana in progetti non strettamente legati alle necessità aziendali. In altri termini, i dipendenti possono dedicarsi a progetti paralleli proprio come questo legato alla disabilità. Infatti, Google Maps è stato arricchito di una nuova funzionalità che permette alle persone di scoprire se un luogo dispone di un accesso per le persone che si muovono con la sedia a rotelle.

Il progetto, decisamente lungimirante, è tuttavia ancora all’inizio e la copertura riguarderà, inizialmente, solamente il territorio americano con l’auspicio che possa presto essere allargato anche al resto del mondo, Europa ed Italia comprese.