Dopo le insistenti indiscrezioni dei giorni scorsi, è arrivata l’ufficialità: YouTube lancia Red, versione a pagamento del “tubo” che elimina la pubblicità e offre altre nuove funzioni come contenuti offline o l’integrazione di YouTube Music.

L’abbonamento avrà un costo di 9.99 dollari al mese e partirà dal 28 di ottobre, inizialmente solo negli Stati Uniti, per poi raggiungere anche gli altri mercati, in primis l’Europa il prossimo anno.

Ovviamente il servizio gratuito della piattaforma video continuerà ad esistere con i suoi più di un miliardo di utenti in tutto il mondo. La versione a pagamento di YouTube sarà una sorta di rivalsa, visto che molte piattaforme video offrono gli stessi video caricati sul tubo – privati della pubblicità – facendoli pagare.

Il pacchetto YouTube Red comprende la possibilità di salvare i video per rivederli offline, vedere i video in background, sfruttare YouTube Music e accedere a contenuti esclusivi, oltre – come già detto – a togliere la pubblicità. La formula di abbonamento a 9.99 dollari (che probabilmente in Europa sarà di 9.99 euro) andrà a prendere il posto di Music Unlimited.

YouTube si appresta ad aggredire un mercato particolarmente affollato con diversi competitor già attivi da diversi anni, ad esempio il popolare Netflix (che oggi arriva in Italia), Sky Online, Infinity di Mediaset, Tim Vision, Google Play Film e Chili. Se è vero che la gratuità è senza dubbio il punto di forza di YouTube, offrire una versione a pagamento è una scelta che i piani di alti di Google avrebbero dovuto fare, prima o poi.