Google continua la sua ricerca per rispondere alle domande di tutta la Rete introducendo una nuova categoria che viene aggiunta alla sua Google Knowledge Graph, quella legata alle condizioni di salute.

Quante volte avete cercato un sintomo medico e la ricerca si è conclusa purtroppo con un mix di fonti, spesso confuse e discutibili o a volte addirittura contraddittorie? Navigare nel mare magnum di tante pagine ottimizzate per il SEO può dare un vero e proprio mal di testa o, in alcuni casi, un attacco di ansia. Google spera di riuscire, con questo nuovo strumento, a mostrare le informazioni sui problemi di salute più comuni in ordine nei risultati di ricerca.

Google Knowlegde Graph, ricerca ragionata

La nuova funzione mostrerà quanto è comune uno stato di salute, quali e quanti gruppi di persone rischiano di essere infettati, sintomi tipici, trattamenti comuni, e il tipo di medici professionisti che si sono specializzati in quella determinata patologia. I risultati, per molte patologie, sono accompagnati da illustrazioni di alta qualità che spiegano il problema in modo chiaro.

Molto importante, tutte le informazioni sono state verificate dai medici, sia tramite Google, sia tramite la famosa Clinica Mayo. Tuttavia, Google avverte che i dati sono solo a “scopo informativo”, e il tutto non deve essere inteso come una consulenza medica.

Al via in inglese, presto in altre lingue

Google aprirà questa nuova funzione prima agli utenti statunitensi di lingua inglese, ma il piano è quello di renderlo disponibile in più lingue.

Come Google ha sottolineato, questa funzione non potrà mai sostituire il parere di un medico o di un qualsiasi operatore sanitario. Ma è comunque positivo vedere Google che cerca di migliorare l’esperienza di ricerca con informazioni mediche: questo potrebbe rivelarsi estremamente utile per molte persone.