1E100 ha pubblicato su Google+ degli screenshot di quella che sembrerebbe una nuova funzionalità dedicata a Drive: Google Keep dovrebbe permettere di prendere appunti, condividerli e modificarli dal browser oppure dall’applicazione per Android che è apparsa su Google Play ed è stata ritirata nel giro di qualche ora. Evidentemente, non è ancora pronta a essere installata. La notizia ha subito suscitato un grande interesse, specie perché il settore è stato quasi monopolizzato da Evernote che ha avuto dei problemi con le password.

Le informazioni sono scarse, proprio perché Google non ha ufficializzato l’esistenza del prodotto: anziché Keep, per esempio, la funzione per Drive potrebbe chiamarsi Note a giudicare dall’icona rintracciata nei sorgenti delle pagine web. Keep, invece, è il nome della app comparsa su Google Play. Considerando i servizi esistenti, dal calendario ai task, non è difficile che arrivi al più presto un’applicazione realizzata sulla falsariga di Evernote. Molti utenti utilizzano Drive per prendere, condividere e modificare gli appunti.

Ho espresso delle preoccupazioni sul futuro dell’informazione con l’annunciata chiusura di Google Reader. Guardandola da un altro punto di vista, potrebbe essere un’opportunità per rendere più originali i contenuti pubblicati da giornalisti e blogger: un accesso più complicato agli interventi altrui costringe a trovare notizie più singolari, meno allineate ai trend del momento. Google Keep, come Evernote e numerosi altri strumenti del mestiere, aiuterebbe il ritorno al giornalismo tradizionale… con tutte le opportunità del web.

Photo Credit: Andreas Klinke Johannsen via Photo Pin (CC)