Ci siamo. Il Google I/O sta per iniziare. Questa volta toccherà a me effettuare il liveblogging. Appena un’ora fa vi ho elencato quelli che saranno i pezzi forti dell’evento. Le novità saranno tante dal comparto hardware a quello software ma ancora niente di sicuro. Android 4.3 è stato mostrato qualche minuto fa sulla pagina sviluppatori di Google e il Play Games è apparso nelle novità di un gioco sul Google Play
Store. Manca pochissimo. Leggeteci e seguite la diretta streaming su questo post.
21:31 –Il Keynote termina qua. A presto per gli approfondimenti.
20:58 –Iniziano il botta e risposta. Un Larry Page molto diplomatico. Le domande sono di vario genere dallo specifico, all’etico fino ad arrivare a questioni societarie. Il Keynote può definirsi per me concluso.
20:52 –Molto bello il discorso di Larry Page, nonostante i problemi alle corde vocali riesce a trasmettere chiaramente le sue emozioni parlando della storia di Google. Annuncia l’abbandono? Un discorso molto bello e profondo ma non riusciamo a cogliere il nocciolo della questione. A quanto pare è un semplice excursus sull’uomo e la tecnologia.
20:45 –Arriva Larry Page. Wow. I problemi di Page si fanno sentire, letteralmente. Page parla ma si riferisce a qualcosa di non ben definito.
20:33 –Ancora Google Maps, Bernhard Seefeld ci mostra le novità dettagliatamente. Incredibile un Maps che ti porta dentro i locali. Fantastico. Tour, un tour dentro la basilica di San Pietro. Si passa ora al Moscone Center, ci mostra il loco. Le immagini sono costruite tramite Photosphere. Nuovo Google Maps per desktop disponibile oggi!
20:23 –Daniel Graf sul palco. Parla di Google Maps per mobile. Vedremo a breve un assaggio della nuova versione a breve, su Android e iOS. La nuova UI è interessante, sembra in linea col tocco di modernità che Google sta dando alle sue app. Ricerca di locali in base alla posizione, sistema di navigazione molto simile a Nokia Drive. La nuova app, mostrata all’opera arriverà in estate.
20:18 — Brian McClendon sale sul palco pronto ad illustrarci le novità di Maps. I numeri di Maps sono incredibili, ma dopo due ore e venti di live, mi sembra eccessivo.
20:08 — Johanna Wright sul palco mostra Google Now su Chrome all’azione. Avvia il tutto con ok Google. Dopo prove e dimostrazioni varie si arriva a vedere reminder su Google Now. Incredibile. Il servizio, chiamato Converstaional arriverà su Android, iOS e Web a breve.
19:45 — Si parla di Search. La fine di Search titola la slide. Nuova esperienza nella ricerca web a più livelli: domande, conversazioni e anticipo. Sembra si parli di una versione evoluta di Google Now. Knowledge Graph. Ricerca unificata su più dispositivi, esperienza uguale su più dispositivi. Google Now per Chrome. Attivazione vocale, l’app si avvierà alla pronuncia di: “ok Google“. Miglioramenti per Google Now: nuove schede, album e altre raccomandazioni sui servizi Google.
19:45 — Si parla di fotografia: lo spazio è stato aumentato a 15 GB per le foto in full size e illimitato per le foto a dimensione normale. Vengono illustrate nuove feature legate alle foto: sarà possibile organizzare e migliorare le foto con un solo pulsante grazie a auto-enhance. Riduzione del rumore. Tutte feature che vedremo già da oggi assieme al rollout della nuova UI di G+. Appare una nuova feature: Motion. Tramite lo scatto di più foto in movimento è possibile creare delle GIF
19:37 — Arriva il servizio di messaggistica istantanea unificata: Hangouts. Esattamente come ce l’avevano descritto, una bomba di servizio. Riduce la frammentazione dei vari servizi Google. Un’app innovativa che ci offre la migliore esperienza di chat e messaggistica possibile. Disponibile oggi su Android, iOS e versione web!
19:30 — Vic Gundotra ritorna sul palco e lo fa per parlare di Google+. Ci mostra qualcosa di nuovo, un redesign per Google+. Design a tre colonne. Wooow. Nuova UI e supporto agli hastag. Roll-out a partire da stanotte, pomeriggio in USA.
19:28 — Pinchai nuovamente sul palco e ci parla dei Chromebook e della loro diffusione specialmente a scopo educativo.
19:25 — Yerga di nuovo on stage, ci mostra la nuova sezione per l’educazione. Una sezione interessante. Aprirà in estate.
19:20 — Pinchai parla di sviluppatori e app di Google e il successo di queste.
19:15 — Viene mostrato un esperimento riguardante un gioco su Chrome con più device coinvolti. Uno spettacolo.
19:03 — Il responsabile VP di Chrome, Linus ci mostra le novità di Chrome in versione mobile e il miglioramento di velocità con JavaScript, +57%in velocità grazie alle ottimizzazioni. Grandi manovre per V9, che sarà uno standard per Youtube entro il 2013. Un toolkit rinnovato per il web e le webapp!
19:00 — Pinchai di nuovo sul palco, parla di Chrome e della sua crescita. L’influenza dell’impiego precedente del nuovo manager di Android si fa sentire. Parte su Chrome e Pixel non certo da Keynote.
18:55 — Barraci mostra quello un Galaxy S4-ASOP. Prezzo 649. Quasi un nuovo Nexus targato Samsung. Un device interessantissimo.
18:45 — Yerga annuncia il servizio di sottoscrizione simile a Spotify legato a Google Music di cui si parlava oggi. Google Play Music All, questo è il nome del servizio. Listen Now, una funzione che ci suggerisce che ascoltare in base ai nostri gusti. I prezzi: 9.99$/mese.
18:40 — Barra sul palco di nuovo annuncia Chris Yerga che ci parla di app e del nuovo Google Play Store ridisegnato. Si parla di una valorizzazione delle app disegnate esclusivamente per tablet.
18:35 — Ellie Powers on stage, ci mostra le feature della nuova Developer Console: Optimization Tips per ottimizzare le app anche per tablet e tradurre le app in Russo e App Translation Service per tradurre professionalmente le app in diverse lingue (a pagamento). Referral Tacking e Metrics Usage per conoscere i dati diffusione e numero di installazioni delle nostre app. Revenue Graphics invece ci mostra quanto le nostre app abbiano fruttato in base a paesi. Oh, arriva Beta Testing e Staged Rollouts, per gestire le varie fasi di testing prima della pubblicazione delle app finali.
18:28 — Android Studio un IDE per gli sviluppatori Android. Online un demo. Un IDE spettacolare. Il sogno di ogni sviluppatore. Addio Eclipse.
18:22 — Barra dice “gaming” arriva il Google Play Games: salvataggio su cloud, obbiettivi, leaderboard (con collegamento a Google+ per sfidare gli amici) e multiplayer. Viene mostrata una anteprima. Sarà cross platform con versioni Web e iOS compresi. Colpo di scena, il collegamento non funziona. Simpatico siparietto. Non parte. Fail assoluto.
18:21 — Tramite Google Cloud Messaging arriva la sincronizzazione delle notifiche tra dispositivi. Fantastico.
18:20 — Barra ci mostra Google+ sign-in all’opera mostrandoci come sia possibile installare sul device l’app a cui stiamo accedendo.
18:15 — Barra annuncia la nuova Google Maps e API V2. Tante novità legate a Google Maps e relativi servizi.
18:11 — Hugo Barra sul palco!
18:10 — Sempre Pichai sul palco, ci mostra l’evoluzione di Android, ci mostra i numeri delle app e i dati di attivazione. A breve ne vedremo delle belle.
18:05 — Sundar Pichai sul palco, ci mostra l’evoluzione dell’evento.
18:03 — Vic Gundotra sul palco, ringrazia i partecipanti e da il via all’evento.
18:00 — L’evento ha finalmente inizio.
17:55 –  Siamo pronti a seguire l’evento che inizierà a breve.

photo by The Verge