Vi ricordate i paracadutisti con i Google Glass e la Nexus Q? Sognavate l’X Phone? Nulla di tutto questo abbiamo visto nel primo giorno del Google I/O 2013, chiuso dal CEO dell’azienda Larry Page. Oggi e domani non mi pare che ci siano keynote in vista, quindi il timore che di nuovo ci sia poco si va facendo strada.

Le principali novità di quest’anno sono infatti tutte cose già viste e / o copiate dagli altri.

Il nuovo look di Google Plus? È lo stile flat già utilizzato da Microsoft per Windows 8 e lo stesso su cui si dice che stia lavorando Apple per il nuovo iOS 7, per il quale ci sono in giro mockup da almeno un paio di mesi.

Google Play Music All Access? Come avevamo anticipato, non è altro che la riproposizione di Spotify in chiave Google.

Il nuovo Nexus? Non è altro che un Samsung Galaxy S4 con una ROM Android originale e senza tutte le aggiunte software dei coreani.

La nuova app Hangouts? È la stessa cosa di Facebook Messenger, che da un mesetto offre anche la possibilità di effettuare videochat gratuitamente. La stessa cosa di Whatsapp più gli Hangout.

Praticamente Google ha aggiornato la propria offerta integrando servizi che altri già offrono. Che fine hanno fatto i Glass? Nel momento in cui le critiche agli occhiali cibernetici cominciano a circolare questi sono spariti. E la Nexus Q? Sarebbe stata il prodotto ideale per All Access e invece dov’è?

Certo ci sono le nuove mappe e Google Now per Desktop, ma anche queste sono implementazioni di cose già in parte viste, se pur da parte della stessa Google. Mi resta una domanda:

Dove diavolo è finita Google?

Aspettiamo due giorni a darla per dispersa, ma mi sento già male. Voglio vedere qualcosa di WOW.