Hera è l’ultima indiscrezione che corre sul web circa i progetti di Google per Chrome e Android a I/O 2014 che avrà luogo il 25 e 26 giugno a San Francisco. I rumor parlano di multitasking, ma è un termine inappropriato — se le intenzioni sono davvero quelle anticipate su internet: il futuro del sistema operativo per tablet e smarpthone è nelle applicazioni web, gestite ovviamente dal browser. Come abbiamo detto di Android Silver anche Hera potrebbe avere un altro nome, però mi stupirei se non fosse previsto qualcosa di simile.

Più che di multitasking, dovremmo parlare di cooperazione fra Chrome e Android. Hera dovrebbe essere un servizio in background che sincronizza le informazioni salvate sull’account di Google fra tutti i dispositivi, fornendo le credenziali dell’utente alle app “native” oppure web e inviando le notifiche al device in uso. Nulla che non accada già, ma con una migliore organizzazione dei contenuti: gli stessi preferiti salvati sui tablet, ad esempio, sono accessibili dal browser degli smartphone e sul desktop. Idem per le notifiche.

Il disguido, per così dire, sul multitasking riguarda la nuova interfaccia che GMail dovrebbe assumere su Android. Al momento, un tap sul pulsante in basso a destra mostra la lista delle applicazioni aperte contemporaneamente sul dispositivo: una nuova interfaccia potrebbe spostarle in schede sovrapposte da scorrere con le dita. Hera, a quanto pare, sarebbe chiamato a gestire la priorità di queste e l’interazione fra il sistema operativo e Chrome, razionalizzando i flussi di dati a prescindere dalla natura della app utilizzata.

photo credit: Anthony Quintano via photopin cc