Google ha deciso d’estendere le funzionalità di Hangouts – una piattaforma che gestisce la messaggistica unificata su Android, Chrome e Chrome OS – con Helpouts: un nuovo servizio per ricevere assistenza professionale a pagamento. In pratica, gli utenti possono contattare degli esperti che forniscono un supporto audiovisivo in diretta per aiutarli a risolvere i problemi più disparati. Google ha suddiviso gli argomenti in categorie che spaziano dalla salute al giardinaggio, prendendo esempio dai tutorial più popolari su YouTube.

È proprio YouTube, dopo la “figuraccia” degli YTMA, a ispirare il nuovo servizio di Google: i primi Helpouts utilizzati per presentare la piattaforma ricordano molto le guide pratiche d’esperti culinari o di cosmesi che dal web sono passati a condurre un programma televisivo. Ovviamente, non mancano le istruzioni su come creare un sito o i consigli sull’esercizio fisico. Helpouts – che, al momento, sembra accessibile soltanto negli Stati Uniti e in lingua inglese – è una buona opportunità di guadagno per i liberi professionisti.

Gli esperti che intendessero candidarsi al programma possono domandare un codice d’invito, utile ad accedere alla piattaforma. Il pagamento dell’assistenza avviene con Wallet: il “portafogli” virtuale che gli utenti utilizzano per acquistare le applicazioni e i contenuti sul Play Store di Android che proprio dalla versione 4.4 ha aggregato gli SMS alla messaggistica istantanea con Hangouts. Helpouts avrà successo? L’intuizione di Google è buona e il servizio prevede un rimborso a chi non fosse soddisfatto del supporto ricevuto.