Google non presta il massimo dell’attenzione alla privacy degli utenti. Lo conferma il fatto che ci siano servizi di messaggistica (e sono diversi, a partire da FaceTime di Apple) che utilizzano una crittografia più sicura di quella del servizio offerto proprio da Big G: Hangouts. Anzi, a dire il vero a rinforzare la tesi iniziale bisognerebbe dire che su Hangouts non è presente alcun tipo di crittografia, alla faccia delle varie applicazioni che possono vantare di offrire l’invio di messaggi criptati in modo che nemmeno le stesse aziende fornitrici del servizio possano accedervi, in quella che è chiamata crittografia end-to-end.

Come riportato infatti da 9to5Google, Google avrebbe di recente ammesso proprio di non utilizzare il suddetto tipo di protezione per i messaggi, dopo essere stata a più battute vaga in merito alla crittografia utilizzata su Hangouts, limitandosi come riporta il sito ad affermare la crittografia solo nella fase di transito dei messaggi stessi. Non utilizzando la end-to-end, Google è così in grado di intercettare in qualsiasi momento alle conversazioni, qualora questo procedimento sia richiesto per violazione delle leggi in materia.

Anche utilizzando la funzione off the record i dati sono a potenzialmente a rischio, dato che la stessa permette solamente di non far apparire la conversazione nella cronologia, non offrendo alcun tipo di crittografia o privacy supplementare. Come riporta ancora 9to5Google, Google avrebbe ricevuto da inizio 2013 a metà 2014 26 richieste di intercettazione da parte delle Autorità degli Stati Uniti, anche se l’azienda non sembra aver precisato se e quante di queste riguardavano il servizio di messaggistica in oggetto, Hangouts.

Tra i servizi che utilizzano la crittografia end-to-end, e che quindi dovremmo poter considerare più sicuri e non a rischio di intercettazione, visto che secondo quanto dichiarato nemmeno le aziende fornitrici possono accedere ai dati, troviamo per esempio oltre FaceTime di Apple anche WhatsApp, il servizio di messaggistica più utilizzato al mondo di proprietà di Facebook.