Google ha deciso di interrompere la vendita di Google Glass (stiamo parlando della versione sperimentale Explorer Edition), gli occhiali per la realtà aumentata, e di ripartire con un nuovo progetto che verrà affidato a Tony Fadell, l’ex designer che si occupò dello sviluppo dell’iPod e di Nest, il termostato intelligente controllabile tramite un’app per iOS e Android.

Google Glass può ancora essere acquistato, sempre a 1.500 dollari, fino al 19 gennaio e da quella data in avanti sarà definitivamente un device fuori mercato. Google ha fatto sapere che continuerà comunque a vendere gli occhiali ad aziende, sviluppatori ed enti educativi come le scuole, ma niente più Google Glass per l’utente ordinario. Chi ha già comprato uno di questi occhiali li potrà ovviamente ancora indossare ed utilizzare, ma non saranno più disponibili aggiornamenti per il software.

Con il nuovo progetto di rilancio, è probabile che un prototipo del nuovo device venga già presentato a giungo, durante la conferenza annuale per gli sviluppatori Google I/O Developer Conference, mentre i nuovi Google Glass potrebbero essere rilasciati sul mercato già a fine anno.

Con Tony Fadell alla regia, è chiaro che Google non ha intenzione di abbandonare gli occhiali per la realtà aumentata, anzi: l’idea è quella di portare il dispositivo ad un livello superiore, più pratico, un segnale che è finita l’era degli esperimenti ed è giunto il momento di passare all’azione, di rendere Google Glass un prodotto più appetibile dal punto di vista del mercato di massa.