Il progetto Google Glass, che è stato accantonato dall’azienda di Mountain Viewn, non è definitamente scomparso visto che i famosi occhiali “intelligenti” verranno completamente ridisegnati da zero da Tony Fadell, ex dirigente di Apple e padre dell’iPod. Google punta a ripartire da capo con il progetto e di rendere disponibile sul mercato il primo vero dispositivo indossabile.

Google Glass è uno dei pochi progetti che ha conquistato gli sviluppatori di tutto il mondo ed ha dimostrato di essere un prodotto estremamente interessante, che scatenato la fantasia degli utenti con centinaia di idee sui potenziali utilizzi. Tuttavia, le notizie di accantonamento del progetto hanno messo in evidenza come l’azienda di Mountain View si sia scontrata con varie problematiche, a partire dal design.

Gli occhiali di Google, infatti, sono stati sviluppati dai laboratori segreti Google X e presentati agli sviluppatori della Google I/O, nel 2013. Con il passare dei mesi, il progetto si è pian piano bloccato, fino all’annuncio ufficiale di stop alla vendita e un nuovo progetto per il rilancio.

Adesso, per salvare il progetto Google Glass è stato chiamato in causa Tony Fadell, ex dirigente di Apple e padre di iPod. Dal momento che divisione dei dispositivi indossabili è in mano ad Ivy Ross, disegnatrice di gioielli e che ha lavorato per tanti anni a fianco di Tony Fadell, l’arrivo dell’ex dirigente di Cupertino sembrava quasi scontato. In qualche modo, per risollevare il destino dei Google Glass, a Mountain View, hanno pensato ad una ricetta in “stile Apple” ed è già sicuro che la futura generazione dell’occhiale indossabile non verrà resa pubblica finchè il dispositivo non sarà ritenuto completo e funzionale.

Infine, persone vicine a Fadell hanno dichiarato che l’ex dirigente di Cupertino è un perfezionista ed una persona che si dedica totalmente nella creazione nuovi prodotti. Anche per questi motivi, Google ha deciso di puntare su una persona che ha un importante bagaglio di conoscenze ed è considerato il papa dell’iPod.