Giornata di novità in casa Google: sono stati infatti rilasciati tantissimi dettagli, proprio oggi, riguardo i Google Glass e le loro caratteristiche. Non solo queste, tuttavia, sono quello che mi interessa rispetto ai nuovi smart-occhiali di Google, ma anche il fatto che finalmente sia stata resa pubblica la schermata di configurazione di Glass, che è molto interessante: attraverso una semplice interfaccia web infatti decidiamo delle preferenze, che poi vengono sincronizzate sul nostro device attraverso l’inquadramento (con l’occhio) di un QR code. Un metodo senza dubbio ingegnoso.

Fuori dall’ambito puramente software, invece, abbiamo l’hardware: un display HD, e una fotocamera da 5 Megapixel con la capacità di girare video in HD a 720p. Abbiamo uno stack di connettività di tutto rispetto, con Bluetooth e WiFi b/g (senza a, e senza n, ma posso capire), e 16GB di memoria totali, di cui 12 utilizzabili effettivamente, sincronizzati con Google Cloud Storage.

Per quanto riguarda la compatibilità, dovremmo poter utilizzare i Google Glass in maniera ovviamente standalone, e con qualsiasi smartphone dotato di Bluetooth. L’app che accompagna i Google Glass, ovvero MyGlass, che sostanzialmente è una sorta di riepilogo di tutto ciò che facciamo e delle nostre attività “visive”, girerà solo su smartphone con Android 4.0.3 o superiori. Grazie a MyGlass potremo anche avvalerci delle funzionalità di messaging.

Dove potremo saperne di più? Ma al Google I/O 2013, di cui ci ha parlato Marco Usai, ovviamente: insieme al nuovo Nexus 7 infatti i Google Glass saranno sicuramente protagonisti dell’evento, e il rilascio dei componenti dell’SDK (compresa la sample app) lo testimonia in pieno.

Photo credits: Max Braun via photopin cc