Google vuole puntare a stimolare gli utenti a condividere foto e video a 360 gradi all’interno di Google Maps. Proprio per questo obiettivo, Big G ha lanciato il nuovo standard Street View-Ready declinato in 4 categorie distinte che permetterà a chi è iscritto a “Google Street View Trusted” di poter caricare più facilmente foto e video a 360 gradi. Standard che sono stati collegati a precise fotocamere a 360 gradi che offrono, ovviamente, prestazioni ed usi differenti.

  • Street View mobile ready: camere a 360 gradi capaci di pubblicare direttamente da un app mobile
  • Street View auto ready: camere a 360 gradi progettate per l’uso con un veicolo, con il massimo della precisione
  • Street View vr ready: camere a 360 gradi che raccolgono informazioni sulla geometria della scena, oltre che generare set di foto a 360 gradi interconnesse
  • Street View workflow ready: strumenti di pubblicazione che possono effettuare l’upload sugli account Street View

Tra le fotocamere inserite nella lista da Google, la GoPro. Trattasi di un dettaglio importante in quanto GoPro, oggi, non vende fotocamere a 360 gradi ma di recente ha annunciato il suo primo modello, Fusion, che arriverà più avanti nel corso dell’anno.

Il programma Google Street View Trusted prevede il riconoscimento da parte di Google come fotografo professionista certificato. Per chi non avesse intenzione di diventarlo potrà solamente aspettare che su Google Maps e su Street View arrivino i primi frutti di questi nuovi standard.