Google ha avviato il rollout di un nuovo importante aggiornamento per Google Foto, sia nella declinazione per dispositivi mobile che per quella per PC Desktop. La nuova versione del servizio di archiviazione illimitato delle foto introduce alcune novità annunciate durante il recente Google I/O. Nella fattispecie trattasi della condivisione consigliata e delle raccolte condivise. La prima utilizza un sistema di machine learning per suggerire automaticamente le foto da inviare ad un contatto. In questo modo si semplifica ulteriormente la condivisione dei contenuti.

La seconda novità offre la possibilità alle persone di condividere un’intera libreria con un loro contatto. Particolarità, Google da la possibilità di scegliere anche il giorno in cui offrire questa speciale condivisione.

Gli aggiornamenti sono in fase di rollout anche in Italia e stanno raggiungendo progressivamente tutti gli utenti. Di seguito il completo elenco delle novità.

Condivisione consigliata

  • Scatti foto fantastiche, ma spesso ti dimentichi di condividerle con le persone che vi sono ritratte. Ora puoi ottenere suggerimenti intelligenti per condividere le foto giuste con le persone giuste dopo un evento o un’occasione.
  • Leggi i suggerimenti nella nuova scheda Condivisione. Dopo l’invio, gli amici che hanno Google Foto riceveranno una notifica, mentre gli amici che non hanno l’app riceveranno un’email o un SMS con un link alle foto.
  • Dopo aver condiviso, anche i tuoi amici e familiari visualizzeranno i suggerimenti ad aggiungere le loro foto, così potrai avere tutte le foto di un evento in un’unica posizione. Ed è eccezionale, perché sono proprio le foto in cui ci sei anche tu.

Raccolte condivise

  • Condividi senza condividere: concedi a una persona di cui ti fidi (il tuo coniuge, il tuo migliore amico o un parente) l’accesso ad alcune o a tutte le tue foto, per non dover più chiedere di passarvi le foto che avete scattato.
  • Solo le foto che vuoi: imposta regole per condividere o salvare solo foto di persone o momenti specifici.