Google rende ancora più semplice la ricerca del telefono tramite la funzionalità “Find My Phone” che adesso è accessibile attraverso una semplice ricerca sul web. Grazie a questa funzionalità è possibile chiedere direttamente a Google di trovare il dispositivo Android, senza dover accedere al classico Android Device Manager.

L’azienda di Mountain View arricchisce sempre di più, giorno dopo giorno, il proprio motore di ricerca cercando di integrare la ricerca web con quella mobile, tramite le schede interattive di Google Now, apportando importanti modifiche grazie al Knowledge Graph e molto altro ancora.

L’ultima idea degli ingegneri di Google è stata quella di offrire la possibilità di ricercare il proprio smartphone o tablet Android persi tramite una semplice click su Google. Infatti, per utilizzare questa novità, basta entrare su Google Search, digitare “Find My Phone” e il motore di ricerca vi fornirà immediamente una scheda con la posizione dei vostri dispositivi. In questo modo sarà possibile avere un accesso diretto, in modo semplice e rapido, al servizio di localizzazione dell’azienda di Mountain View.

Per il momento, “Trova il mio telefono” non sembra essere ancora stata attivata a tutti gli utenti, tuttavia nelle prossime ore Google effettuerà il rollout globale. Inoltre, per avere attiva questa funzionalità è necessario aggiornare l’app di Google Search sul telefono, all’ultima versione disponibile su Google Play Store.

Ricordiamo, infine, che Google offre sempre la classica pagina dedicata per la gestione e la ricerca di tutti i dispositivi persi. Quest’ultima si chiama Android Device Manager e rappresenta il servizio di localizzazione dei dispositivi offerto da Google, al pari di Find my iPhone su iCloud, accessibile dal menu Impostazioni del Google Play Store o a partire da questo indirizzo.

Android Device Manager

Android Device Manager