Mic Drop, la funzione introdotta da Gmail per celebrare il 1 Aprile di quest’anno, sembra essere stata causa di molti problemi per alcuni utenti, forzando Google stessa ad eliminare la feature scherzosa ben prima della fine della giornata dedicata al Pesce d’Aprile.

Mic Drop (letteralmente “far cadere il microfono”) è stato per un breve momento un pulsante arancione posizionato accanto al tasto classico “Invia“. Cliccandolo, l’utente poneva fine alla discussione via e-mail con qualsiasi destinatario, inviando, in allegato alla risposta, una GIF di un Minion (personaggi del film “Cattivissimo Me”, oltre che dell’omonimo lungometraggio) vestito da re, che dopo un discorso, lascia cadere il microfono.

L’espressione “mic drop”, è uno dei modi di dire più popolari di Internet, soprattutto oltreoceano. Rappresenta la “vincita del dibattito”, un “nulla da aggiungere”. Ed è proprio per questo che premendo il pulsante arancione, Gmail avrebbe attivato la feature del pesce d’aprile, non solo inviando la GIF del Minion, ma archiviando definitivamente la conversazione. In caso di risposta del destinatario, l’utente che avesse effettuato un invio con la funzione “mic drop” non sarebbe più stato in grado di leggerla.

Mentre Google annunciava la caratteristica con testimonial fittizi che dichiaravano, dopo periodi di beta altrettanto tali: “mandare e-mail è molto più facile quando non bisogna preoccuparsi delle risposte!”, gli utenti che l’hanno sperimentato per davvero, spesso per errore, non ne sono rimasti entusiasti.

Qualcuno ha anche fatto sapere, tramite il forum di assistenza di Google, di aver perso il proprio lavoro a causa del clic accidentale su “mic drop”. Altri ancora, dichiarano che “i pesci d’aprile sono molto divertenti, ma non se potrebbero colpire le mie corrispondenze lavorative”.

Scherzo eccessivo o reazioni esagerate? Considerate comunque le numerose lamentele, Google ha annunciato di aver eliminato la caratteristica da Gmail. La compagnia ha fatto sapere tramite The Guardian: “beh, sembra che quest’anno siamo stati noi ad aver subito lo scherzo. A causa di un bug, la feature MicDrop ha inavvertitamente causato più mal di testa che risate. Ci scusiamo davvero tanto. La funzione è stata tolta da Gmail. Se la vedete ancora, per favore, aggiornate la pagina.”.