Google avrebbe in serbo un tris di device – da presentare entro l’anno – che consistono in una console, uno smartwatch e il ritorno del Nexus Q: quest’ultimo, annunciato a I/O 2012, non è mai stato commercializzato per dei problemi tecnici. È stato Amir Efrati per The Wall Street Journal a dare l’annuncio dei piani di Google, pronta ad andare oltre il mercato di tablet e smartphone — del quale Android detiene rispettivamente il 57% e il 75% sul totale. Sono indiscrezioni credibili? Sì, ma non sappiamo ancora quando arriveranno.

Procediamo con ordine. Una console prodotta direttamente da Google non sarebbe così inconsueta, considerando il nuovo centro di controllo illustrato a I/O 2013 e l’aumento dei device prodotti da terze parti — da OUYA a Project SHIELD. Inoltre, un simile dispositivo potrebbe migliorare la reputazione di Google TV che al momento non ha avuto il successo auspicato. Se avesse un prezzo inferiore a quello di Xbox One e PlayStation 4, posto che sia distribuita in Italia, l’acquisterei subito. Non soltanto per giocare, in quell’ottica.

Riguardo allo smartwatch, ne parliamo da mesi: Android ha già un discreto supporto da altri produttori, come Sony che ha mostrato l’aggiornamento di SmartWatch al MAE 2013. Parafrasando lo slogan dell’azienda nipponica, «è tempo» che Google ne realizzi uno in proprio. In autunno, secondo me, potrebbe arrivare l’annuncio tanto atteso. Infine, Nexus Q è un gadget interessante… che, però, al prezzo iniziale – potendo giusto diffondere lo streaming multimediale su altri dispositivi – non avrebbe avuto successo. Ha senso riproporlo?

Photo Credit: Maria Ly via Photo Pin (CC)