Jetpac è l’ultima acquisizione di Google, che ritirerà da App Store tutte le app distribuite finora dalla startup a partire dal 15 settembre. Che cos’è e perché Big G ha voluto accaparrarsela? La questione è tanto semplice da capire, quanto difficile da spiegare — poiché presuppone la conoscenza di Goggles. Quest’ultima è un’applicazione disponibile su iPhone e Android che permette d’effettuare delle ricerche, scattando delle fotografie agli oggetti: una specie di Shazam delle cose. Jetpac City Guides può aiutare a migliorarla.

Nata per fare da guida ai viaggiatori, Jetpac City Guides s’è trasformata in una app che – analizzando gli scatti geo-localizzati degli utenti di Instagram – ha portato a degli studi su quali fossero i quartieri più hipster o grunge delle città statunitensi. Google è molto attenta ai big data e, acquisendo Jetpac, ottiene un capitale intellettuale capace d’incrementare l’efficienza di Goggles: il riconoscimento degli oggetti sarà associato alla loro posizione per gli utilizzi più disparati. Una Street View per interior designer?

Jetpac City Guides monitora le fotografie scattate in oltre 6.000 città del mondo e potrà aiutare Mountain View a creare una serie di servizi — che spaziano dai motori di ricerca decisionali al supporto a Places for Business. Molti degli scatti, infatti, riguardano i locali notturni o comunque di svago che sono già censiti su Yelp o TripAdvisor: la tecnologia di Jetpac può diventare una fonte inesauribile d’informazioni sulle abitudini dei consumatori che Google saprà certo sfruttare al meglio. Un acquisto davvero intelligente.

Fotografia | Vimeo