Per Android ci sono tantissimi browser e tutti piuttosto validi, ma il mio preferito nonostante qualche piccolo problemuccio è Google Chrome sopratutto dopo l’ultimo aggiornamento perché è diventato finalmente più fluido, occupa meno RAM e mi permette di sincronizzare i segnalibri e i preferiti salvati su Chrome (a dire il vero uso la versione pura Chromium) che uso sul pc desktop.

Il miglioramento delle performance è evidente. In precedenza sul mio Nexus 7 laggava parecchio, nonostante la presenza di un processore quad-core. Maluccio ancora a livello prestazionale le feature come il pinch-to-zoom e il rendering delle pagine durante lo scrolling. Google Chrome per i dispositivi mobile è quindi un prodotto in beta permanente, non molto lontano dalla quasi perfezione del vecchio browser stock e non molto lontano dalla versione stabile. È in bilico, ci vorranno altri ritocchi per competer con gli altri browser disponibili su Android.

C’è però una speranza. A quanto pare Google a partire dal 2013 aggiornerà tutte le versioni di Android contemporaneamente. Quindi è possibile che per il 2013 arriverà una vera e propria versione Chrome per Android stabile. Oltre ad uniformare gli aggiornamenti, Google integrerà le medesime feature in tutte le versioni del suo browser. Google Chrome prenderà quota anche sugli smartphone oltre che sui desktop, ma non ora.

photo credit: KateMonkey via photopin cc