Dopo l’oscuramento dei torrent Google procede con il porno. Come infatti le ricerche con parole come torrent sono state bannate da Google Search Instant, ora Mountain View ha deciso di tenere fuori dai risultati di Google Immagini quei risultati che possono avere a che fare con il porno o l’hard core, a meno che non si tratti di contenuti espressamente ricercati dall’utente.

Si tratta in sostanza di un allineamento di Google Immagini alle regole usate in Google Search e Google Video. Questo però ha scatenato la protesta dei pornauti che su Reddit hanno gridato alla censura.

Non stiamo censurando i contenuti per adulti, vogliamo solo mostrare gli utenti esattamente quello che cercano. Così ha ribattuto GoogleCnet che l’ha interrogato a proposito. Aggiungendo: Se state cercando un contenuto  con esplicito riferimento al sesso lo potete trovare tranquillamente senza cambiare il setting di default. No, la ricerca in incognito se state facendo gli sporcaccioni sul computer sbagliato dovete comunque attivarla.

Cosa cambia quindi? Google ha aggiornato l’algoritmo di ricerca in modo tale da escludere risultati esplicitamente porno legati a parole ambigue. In pratica, anche se avete SafeSearch (che limita i contenuti a sondo sessuale nelle vostre ricerche) impostato su off, dovete comunque aggiungere la parola porno a quello che state cercando per trovarlo.

Insomma, niente più sorprese hot nelle vostre ricerche.