Google oggi è sinonimo di ricerca, secondo gli ultimi dati forniti dagli enti di controllo della rete circa l’80% dei naviganti effettua una ricerca tramite la home page di Google.

Ecco perchè per designer e sviluppatori di siti internet è fondamentale occupare i primi posti nei risultati della ricerca, ma apparire nella prima pagina non è cosi facile e chi promette “scalate” veloci e indolori è soltanto un “ottimista” o un ciarlatano.
Dal 2011 Google ha introdotto il sostituto di Page Rank, il nuovo sistema Panda, la scelta di passare a Panda è stata fatta per cercare di migliorare l’algoritmo per aiutare gli utenti a trovare ‘siti di più alta qualità’
durante la ricerca online.

La cosa che ancora pochi sanno è che cosa intende Google per sito di qualità, Google non rivela i criteri di classificazione usati nei suoi algoritmi per cercare di fermare la “smania” dei tecnici per risultare in prima posizione.