Google passa da motore di ricerca ad un vero e proprio sistema che fornisce informazioni dirette agli utenti. D’ora in avanti, infatti, nei risultati di ricerca, oltre ai link, verranno fornite più risposte dettagliate e dirette relative a quello che l’internauta sta cercando.

“Eravamo soliti dare dei link che richiedevano all’utente di navigare nei siti web per trovare quello che stavano cercando, un’operazione che richiede tempo. Ora siamo sempre più in grado di fornire risposte dirette”, queste le parole di Google.

Il cambio di filosofia è stato ufficializzato dalla grande G sul documento annuale inviato alla Securities and Exchange Commission Usa. Ma come funziona il nuovo meccanismo? Quando si stanno cercando informazioni su un cantante, ad esempio, Google mostra un box informativo sulla destra della pagina che mostra una sintesi della pagina Wikipedia, foto, video, discografia e link per acquistare i brani, se si sta cercando un calciatore, invece, il box indica foto e dettagli di massa relativi alla carriera dell’atleta.

Un cambio che va (anche) incontro alla navigazione tramite smartphone, spesso complicata dalla presenza di siti web non ottimizzati per i piccoli device touchscreen. A cambiare sono anche le inserzioni pubblicitarie, non più semplici testi ma parte di un sistema che mostra le diverse possibilità di acquisto, dai servizi (come hotel) o prodotti (come gli album dei cantanti).