Scattare fotografie notturne su smartphone non è un’operazione facile, nemmeno se si dispone di dispositivi top di gamma. Per questo motivo Google sta lavorando ad un’app che permetterà di ottenere ottimi scatti di notte tramite la fotocamera di un cellulare.

Si tratta di uno esperimento curato da un ricercatore di Google (nonché appassionato di fotografia), Florian Kainz, e che, in futuro, potrebbe diventare un’applicazione disponibile per tutti su Play Store.

Kainz, ingegnere software specializzato nella realtà virtuale ha accolto la sfida lanciata da alcuni suoi colleghi, che gli hanno chiesto di provare a ottenere fotografie notturne di livello professionale tramite uno smartphone, E come ha fatto Kainz? L’ingegnere di Google – come ha spiegato sul blog aziendale – ha sviluppato un’applicazione Android che gli permette di controllare manualmente i tempi di esposizione, la messa a fuoco e la sensibilità della fotocamera dello smartphone. Quindi ha dato la possibilità di controllare manualmente parametri che solitamente vengono gestiti automaticamente dal software.

Tramite uno scatto, l’applicazione di Kainz riesce a registrare fino a 64 fotogrammi al secondo in un’unica volta. Ed è proprio in questo modo che l’app sviluppata dall’ingegnere di bigG dovrebbe riuscire ad innalzare la qualità delle foto notturne su smartphone. I 64 fotogrammi scattati in una volta solo si fondono andando a rimuovere il tipico effetto sfocato che si vede quando c’è poca luca nelle foto fatte di notte.