Gli utenti di Gmail si sono accordi in questi giorni che c’è una novità nella pagina d’accesso: un link che porta al progetto Google App for Business. Cerchiamo di capire di cosa si tratta. 

Il servizio Google App for Business, come dice il nome stesso, è rivolto soprattutto alle persone che hanno un’impresa oppure ai professionisti che vogliono distinguere la posta elettronica personale da quella “di lavoro”.

E che differenza c’è rispetto alla classica posta elettronica di Gmail? Innanzitutto una dimensione maggiore dell’archivio, la possibilità di sincronizzare la posta con lo smartphone ed un’altra serie di App incluse nel prezzo.

Google App for Business non è un servizio di posta gratuito. Al momento si può provare gratuitamente soltanto per 30 giorni, poi è necessario sottoscrivere un abbonamento di 4 euro al mese.

Un costo modesto per avere a disposizione 25 GB di memoria per ogni utente, un filtro antispam e l’interoperatività con BlackBerry e Outlook. Per rendersi conto del volume del servizio è sufficiente dire che è 50 volte superiore a quel che si trova in giro.

La sincronizzazione migliora e semplifica la consultazione delle email. Incluse nel prezzo, come dicevamo in apertura, ci sono anche altre applicazioni. Nello specifico si tratta di Google Calendar, Google Docs, Google Cloud Connect, Google Groups, Google Sites, Google Video e altre applicazioni di Big G.