Android Wear, il sistema operativo per dispositivi indossabili (wearable, appunto) di Google compatibile con iPhone? Sino a qualche tempo fa poco più di un’utopia, ma ora la cosa sembra essere molto vicina. Questo almeno quello che emerge da quanto riportato in esclusiva dal sito statunitense The Verge, secondo cui da fonti vicine al team di sviluppo, Google sarebbe vicina ad ultimare la compatibilità, in una fase di lavoro per cui mancherebbero solo alcuni dettagli tecnici.

Ancora, secondo quanto appreso dalla fonte, allo stato attuale di sviluppo, Android Wear sarebbe già in grado di funzionare con l’app partner Google su iPhone, e di supportare funzioni di base quali le notifiche, come si può vedere nella foto di seguito riportata. Inoltre, come lavorando in accoppiata con smartphone Android, lo stesso OS per wearable Google sarebbe compatibile con le cards riguardanti l’ambiente circorstante, con la ricerca vocale e altri comandi sempre dipendenti dai comandi impartiti dall’utente a voce, e in grado di sfruttare altre feature delle app Google su iOS, come la risposta ai messaggi di posta elettronica di Gmail.

Nonostante ciò, evidenzia The Verge, ci sono ancora molti dubbi sull’eventuale funzionamento del sistema operativo Google in accoppiamento con iPhone. Non si tratta però di qualcosa di mai successo, perché Pebble, giusto per fare un esempio, è riuscito ad essere uno smartwatch funzionante sia con iOS che con Android, grazie alla creazione di applicazioni apposite per performare su entrambi gli OS, dunque non è impossibile che Google possa sviluppare una tecnologia simile. Inoltre, qualche tempo fa grazie ad uno sviluppatore di terze parti abbiamo già potuto vedere un iPhone compatibile con smartwatch Android Wear.

Il vero interrogativo non è da trovare nella possibilità che Google renda compatibile il proprio OS, perché questo pare essere fattibile senza troppi problemi, bensì se Apple permetterà la comparsa di un’eventuale app relativa su App Store, dato che farebbe aumentare la concorrenza con Apple Watch, il primo smartwatch lanciato dall’azienda di Cupertino. Non resta che attendere un eventuale e futuro annuncio ufficiale della compatibilità, per poi poter osservare quale potrebbe essere la reazione di Apple.