Nelle ultime ore alcune indiscrezioni di ReCode affermavano che Google aveva deciso di abbandonare il progetto di realizzare un suo visore per la realtà virtuale con il quale competere direttamente con prodotti di fascia alta come il visore Oculus Rift. Tuttavia, indiscrezioni più recenti affermerebbero che Big G starebbe lavorando ad un qualcosa di diverso e nella fattispecie ad un visore in grado di fondere realtà virtuale con la realtà aumentata. Un particolare visore che sarebbe mosso da una versione ottimizzata di Android e che sarebbe oggi in fase di sviluppo presso la divisione progetti speciali di Google (Google X).

Visore che risulterebbe completamente indipendente, cioè che non richiederebbe l’utilizzo combinato di uno smartphone come oggi avviene, per esempio con il Samsung Gear VR che richiede l’inserimento del Samsung Galaxy S7 per poter funzionare. Su questo progetto non ci sarebbero altre indiscrezioni e dunque è difficile immaginare le sue precise specifiche tecniche e soprattutto ipotizzare una possibile data per il debutto ufficiale. Forse se ne potrà sapere di più al Google I/O 2017 del prossimo anno.

Il progetto precedente, che sembra essere stato chiuso, aveva visto al lavoro ben 50 dipendenti di Google che stavano sviluppando un visore per la realtà virtuale molto simile concettualmente ad Oculus Rift. Questo prodotto, infatti, non sarebbe stato mosso dal sistema operativo Android ma da una piattaforma dedicata completamente nuova. Un visore per la realtà aumentata all’apparenza decisamente interessante ma che a questo punto sembra che non vedrà mai la luce.

Google non ha voluto commentare queste indiscrezioni.