In questo particolare periodo storico le notizie vengono fruite soprattutto online, a discapito dei media più tradizionali come giornali e TV, e una buonissima parte di queste vengono lette su smartphone e tablet. Proprio per questo motivo, Google ha annunciato oggi il lancio di Acceleratead Mobile Pager (AMP), una sorta di potenziamento delle news per dispositivi mobili. Il progetto coinvolge un centinaio di editori e società operanti nel settore hi-tech e della pubblicità online di sei paesi, tra cui l’Italia.

In soldoni, si tratta di uno strumento che velocizza il caricamento delle pagine su smartphone. Le pagine sviluppate con il codice AMP si caricano infatti quattro volte più velocemente rispetto a quelle tradizionali e utilizzano inoltre meno dati, fino a 10 volte. Una notizia che farà certamente felici gli utenti con un piano tariffario non particolarmente generoso.

Come funziona? Navigando con lo smartphone, e cercando informazioni con il famoso motore di ricerca su un argomento di cui ci sono una buona quantità di notizie, Google mostra una sorta di gallery a scorrimento orizzontale che mette in evidenza le news sviluppate con AMP, con tanto di sigla ad hoc (vedi immagine sottostante).

AMP google

Google AMP in una ricerca su smartphone

AMP non è l’unica novità presentata dal colosso di Mountain View. BigG ha fatto sapere di aver assegnato i primi finanziamenti – pari a 27 milioni di euro in 23 paesi europei – dedicati al Fondo per l’Innovazione della Digital News Initiative, un progetto pensato per sperimentare in ambito editoriale, ovviamente dal punto di vista digitale.