Pochi giorni fa Google ha rilasciato la sua app di messaggistica istantanea che andrà a fare concorrenza a WhatsApp e Facebook Messenger. In molti però si sono chiesti come il nuovo servizio di bigG si comporterà sul fronte privacy.

Se durante la presentazione della nuova app Google aveva dichiarato che Allo non avrebbe tenuto memoria di alcun messaggio degli utenti, la verità è ben diversa: l’app di messaggistica di Mountain View terrà i messaggi sui server Google.

Una scelta dettata dal bisogno da parte di Google di tracciare lo storico dei messaggi degli utenti per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del suo nuovo servizio, come il sistema di risposte automatiche di Google Assistant che si basa, appunto, sui messaggi inviati e ricevuti dall’utente.

All’utente di Google Allo è data la possibilità di cancellare manualmente tutti i messaggi manualmente, ma servirà a ben poco poiché Google li avrà già salvati di default sui suoi server.

Un aspetto da tenere in considerazione per tutti gli utenti che tengono particolarmente alla loro privacy. Tuttavia una soluzione esiste: utilizzando il servizio con navigazione anonima, infatti, i messaggi vengono crittografati tramite tecnologia end-to-end e non vengono registrati dai server Google. Ovviamente si perderà la funzionalità di Google Assistant.