La ricerca del lavoro è un’attività sempre più complicata in tempi di crisi, ma oggi è resa in qualche modo più facile dalla tecnologia, ad esempio, con i tanti portali specializzati o social network come Linkedin. Ora però ci pensa anche Google a dare una mano ai (futuri) lavoratori.

Come? Il colosso di Mountain View ha annunciato tempo il suo motore di ricerca focalizzato sulle offerte di lavoro. Per ora sarà disponibile solo negli Stati Uniti d’America, ma è probabile che sarà esteso agli altri paesi in futuro se dovesse funzionare.

Il nome del nuovo servizio per il lavoro si chiama Google for Jobs e si basa su una tecnologia chiamata “machine learning” che rende più facile l’incontro fra la domanda e l’offerte nel mondo del lavoro. Utilizzando Google for Jobs gli utenti possono accedere a tutte le offerte di lavoro pubblicate online su diverse piattaforme, sia legate al mondo del lavoro come Linkedin ma anche sui social come Facebook.

Ovviamente il sistema permetterà di attivare determinati filtri per migliorare la ricerca, ad esempio in base alla zona di interesse, al tipo di impiego cercato o ad una azienda specifica. Google starebbe lavorando ad un altro progetto non ancora ufficializzato. Stiamo parlando di Hire, piattaforma dedicata non a chi cerca lavoro ma a chi lo offre.