Google perde due “clienti” in un solo colpo. Virgilio e Libero, portali di proprietà del gruppo Italiaonline, abbandonano Google come motore di ricerca in favore di Bing, la soluzione di search engine di Microsoft.

Microsoft e Italiaonline hanno sottoscritto un accordo che porterà Bing a fornire a Virgilio e Libero tutti i risultati di ricerca, i link sponsorizzati e altre funzioni di ricerca come immagini e suggerimenti.

“Siamo lieti di poter annunciare che da oggi i servizi di ricerca di Libero e Virgilio sono 100% powered by Bing”, ha spiegato Domenico Pascuzzi, Responsabile Virgilio and Advertising Offering di Italiaonline. “Bing è in grado di soddisfare le esigenze di search di tutti i nostri utenti, offrendo risultati precisi, aggiornati e chiari in grado di aiutarli a orientarsi nella molteplicità delle proposte del web su ogni specifica query. Inoltre le aziende possono contare sulla creazione e sincronizzazione automatica della propria scheda e mappa su Bing Places for business attraverso IOL Connect, il servizio di Italiaonline pensato per le PMI che permette alle aziende la massima ricercabilità e presenza online”

“Bing – aggiunge Claudio Grego, Senior Pgram manager di Bing e Cortana Ecosystem – è una piattaforma in costante crescita. È in grado di riconoscere oltre un miliardo di entità (tra persone, luoghi, animali e cose) e può associare ad esse più di 21 miliardi di collegamenti a fatti, 18 miliardi di azioni e 5 miliardi di relazioni. Con questa partnership metteremo a disposizione di Italiaonline, la nostra tecnologia per potenziare le loro piattaforme Libero e Virgilio e offrire ai loro utenti la migliore esperienza di navigazione”