Google ha appena acquistato l’applicazione Wavii per oltre 30 milioni di dollari. Wavii offre feed istantanei per le news. L’applicazione categorizza automaticamente i post in base al tema: tecnologia, politica, celebrità e diverse altre cose. Inoltre permette di seguire le news per argomenti così come seguiresti un amico su un social network.

Wavii era stata al centro dell’attenzione qualche mese fa quando uscì. Da allora è molto migliorata, ha aggiunto la possibilità di “reagire” alle notizie e di commentarle aggiungendo un sondaggio.

Quello che piace di Wavii a Google è la tecnologia usata per analizzare il linguaggio dei singoli update e, manco a dirlo, la tecnologia proprietaria in grado di riassumere i testi, cioè di fare esattamente quello che faceva Summly, l’app di Nick D’Aloisio acquisita da Marissa Mayer e integrata in Yahoo! News. Dal punto di vista pratico, Google potrebbe sfruttare questi algoritmi sia per perfezionare Google Now che direttamente nei risultati di ricerca o per Google News.

Secondo quanto riportato da TechCrunch anche Apple era interessata all’acquisto di Wavii, in particolare per la divisione che cura lo sviluppo di Siri. Il team di Wavii, composto da 25 persone, lascerà Seattle per raggiungere il gruppo di lavoro di Knolowdge Graph di Google. L’app al momento è ancora disponibile su App Store, ma potete provarla anche on line.