Google, il motore di ricerca più utilizzato nel mondo, celebra oggi il decimo anniversario dal lancio in Borsa a Wall Street. Un traguardo fatto di numeri importanti per la società di Larry Page e Sergey Brin nata nel 1998 che al lancio sul mercato valeva “solo” 26 miliardi di dollari contro gli oltre 397 che oggi il colosso ha capitalizzato. All’epoca, Google, che valeva meno dei 38 miliardi del principale competitor Yahoo!,  viene ricordato anche per gli effetti economici sui suoi dipendenti. In pochi minuti gli oltre mille impiegati della società si ritrovarono milionari grazie ai pacchetti di azioni assegnate loro dai fondatori.

In questi 10 anni tante le novità lanciate dal colosso di Silicon Valley, dalla creazione del proprio social network Google Plus, agli innovativi occhiali interattivi Google Glass, oggi già in Italia, fino ad arrivare al rivoluzionario YouTube Music Key un nuovo servizio che permetterà di ascoltare musica online gratis che verrebbe abbinato a un abbonamento mensile (dal costo stimato in 10 dollari al mese) per la fruizione di musica attraverso YouTube, offline e senza pubblicità.

Pubblicità fino ad ora è stata la vera macchina da soldi della società. Nel solo primo trimestre del 2014, Google ha registrato dai servizi AdWords, AdSense e Checkout il 90% delle entrate, pari a circa 16 miliardi di dollari. All’orizzonte l’idea di estendere la copertura web a tutto il globo mediante il lancio di 180 propri satelliti a bassa quota.

Le ricerche su Big G sono oggi le più frequenti (qui quelle più forti dell’estate 2014) quanto forte è stato il guadagno di chi ebbe fede in Google nell’agosto del 2004 guadagnando il 1.373%.