Il direttore del sequel della saga God of War, annunciato allo scorso E3, Cory Barlog, ha annunciato una serie di novità su gameplay e trama del gioco.

Per quanto riguarda la narrativa, il director Barlog ha spiegato che, per la prima volta nella saga, il protagonista Kratos continuerà con la propria vita lasciandosi il passato alle spalle e cercando la personale redenzione. Un ruolo centrale all’interno della trama sarà ricoperto da Lysandra, moglie di Kratos. Nessun sistema di scelte morali in stile Mass Effect: nel reboot di God of War non ci saranno bivi narrativi ma la storia è unica.

Nonostante questo God of War sia “un nuovo inizio”, ma non un vero e proprio reboot – come sottolineato dagli sviluppatori – il direttore ha fatto sapere che l’intenzione degli sviluppatori è di mantenere un legame con i vecchi capitoli di God of War. Per ottenere questo risultato nel team di sviluppo ci saranno gli stessi ragazzi che hanno lavorato alla vecchia trilogia e che quindi conoscono molto bene l’essenza del brand.

Sul fronte gameplay, Barlog dà qualche nuova info su boss fight e nemici. Anche in questo capitolo, come in passato, Kratos si troverà a dover affrontare dei boss giganti da eliminare attraverso meccaniche super spettacolari e cruente, che hanno reso God of War l’action cinematografico ed esaltante che oggi tutti conoscono. Una novità per la serie è che il protagonista si troverà ad affrontare fino a 100 nemici contemporaneamente.