Oggi avere informazioni in tempo reale sulla meta di un viaggio, sulla distanza che ci divide dal punto d’arrivo e sulla strada più comoda per raggiungerlo, sembra assolutamente indispensabile. Spesso però occorre avere “rete”. Quando andiamo in vacanza, avere sul nostro smartphone servizi come Yahoo! Maps o Google Maps può essere molto importante. Sia perché si può sapere sempre con un buon grado di approssimazione la posizione di chi guida, sia perché si possono ottenere altre informazioni utili sulla strada ancora da percorrere.

Chi usa costantemente questi servizi, sa anche di poter visitare siti internet di località e strutture che s’incontrano lungo la strada. Il più delle volte il problema è che non si dispone della connessione di rete. Ecco allora l’utilità di padroneggiare software come GMapCatcher.

Il programma in questione è gratuito e il risultato della ricerca può essere navigato anche in modalità off line. In pratica è sufficiente andare in rete per costruire la propria mappa, poi scaricarla sul dispositivo usato successivamente per la navigazione. La mappa creata può essere anche esportata in PNG.

GMapCatcher è navigabile anche offline ma mantiene un’interazione costante con Google Maps e con il servizio analogo offerto da Yahoo.

L’unica accortezza in fase di istallazione è quella di controllare i tools che definiscono l’impostazione di default. Cambiate e personalizzate i parametri in modo da avere sempre con voi la mappa che desiderate.