Gmail, il servizio di posta elettronica di Google, presto taglierà fuori gli utenti che ancora utilizzano Windows XP e Windows Vista. Google, infatti, ha fatto sapere che a partire dal prossimo 8 febbraio Gmail inviterà gli utenti che utilizzano le vecchie versioni di Chrome, dalla 53 in giù, ad aggiornare il loro browser alla versione più recente. Per chi utilizza Windows 7, Windows 8.1 o Windows 10 nessun problema, solo una “seccatura” di una manciata di secondi per portare a termine l’aggiornamento.

Problemi seri arriveranno, invece, per tutti coloro che ancora vogliono utilizzare Windows XP e Windows Vista. Infatti, chi adopera ancora queste piattaforme software può installare al massimo la versione 49 di Google Chrome. Dunque, molto presto potrebbero iniziare a sorgere problemi d’utilizzo con Gmail. Nello specifico, successivamente alla data dell’8 febbraio, il servizio di posta di Google continuerà a rimanere sempre utilizzabile, però gli utenti potrebbero essere esposti a maggiori problemi di sicurezza.

Inoltre, gli utenti non potranno più disporre delle ultime funzionalità di Gmail e soprattutto poter godere dei correttivi lato sicurezza. Gmail, comunque, continuerà a funzionare tranquillamente sino alla fine dell’anno anche sulle versioni di Chrome inferiori alla release 53.

Tuttavia da dicembre in poi gli utenti che non hanno aggiornato il loro browser potrebbero essere costretti ad utilizzare solamente la versione HTML semplificata di Gmail. Google, dunque, invita queste persone anche ad abbandonare questi vecchi sistemi operativi per passare a quelli di ultima generazione per godere di tutti i vantaggi in termini di funzionalità e di sicurezza.