iPhone e Gmail dialogano perfettamente tra loro, sia utilizzando il client eMail nativo, sia l’app dedicata sviluppata da Google e distribuita gratuitamente attraverso l’App Store della mela morsicata. Tuttavia, nonostante questa piena compatibilità, a volte gli utenti possono incorrere in qualche problema dovuto principalmente ad un setup sbagliato degli account di posta. Solitamente, i problemi maggiori in cui incorrono gli utenti sono l’impossibilità di inviare e ricevere posta e la mancanza dell’arrivo delle notifiche sul telefono.

Gmail su iPhone: problemi e soluzioni del client nativo di iOS

iOS offre un client di posta molto completo che supporta senza nessun problema tutti gli account Gmail che gli utenti desiderano. La sua configurazione è altresì molto banale. Infatti, per creare un account Gmail sull’iPhone, gli utenti dovranno recarsi nelle Impostazioni e li scegliere il menu Posta, contatti, calendari e poi selezionare Aggiungi account. Successivamente, gli utenti dovranno solamente seguire le istruzioni che appariranno sul display dell’iPhone che nel caso di Gmail si limiteranno alla richiesta di inserire le credenziali d’accesso dell’account Gmail. La configurazione dei server di entrata e di uscita sarà, infatti, del tutto automatica.

Nel caso, però, che per qualche motivo la configurazione di Gmail non dovesse andare a buon fine, è possibile che ci sia un qualche problema d’identità con Google. Il suggerimento è quello di procedere con il modulo di sblocco. Può capitare, infatti, che a volte, aggiungendo un nuovo dispositivo, Google possa chiedere alcune informazioni aggiuntive. In questi casi può anche essere utile cancellare l’account di posta sull’iPhone per crearlo da zero nuovamente.

Anche se la casella di posta di Gmail è configurata perfettamente, può accadere che non arrivino le notifiche dei nuovi messaggi. Questo perché gli utenti devono configurare ogni quanto tempo iOS andrà a verificare la presenza di nuovi messaggi di posta. Per modificare questi parametri, gli utenti dovranno recarsi su Impostazioni-> Posta, contatti, calendari-> Scarica nuovi dati e li selezionare l’account Gmail e specificare la frequenza della verifica nei nuovi messaggi che può essere manuale (verifica solo all’apertura del client), oppure ogni 15, 30 o 60 minuti. Tramite il client eMail di iOS, Gmail non può essere configurata in push per ricevere le eMail in tempo reale.

Gmail su iPhone: problemi e soluzioni dell’app per iOS

Google ha anche rilasciato attraverso l’App Store l’app ufficiale di Gmail che altro non è che un client di posta dedicato a Gmail. L’installazione è molto facile e per chi ha già un account Google attivo nell’iPhone, la configurazione è sostanzialmente istantanea.

In caso di problemi con la ricezione dei messaggi e delle notifiche è comunque possibile andare a vedere all’interno delle impostazioni dell’app se qualche parametro è stato configurato nella maniera sbagliata. Nei casi di malfunzionamento più gravi, il suggerimento è sempre quella di rimuoverla e di scaricarla nuovamente dall’App Store.