Google ha implementato Instant Search e l’ha portato all’interno di Gmail. La funzione non è ancora in fase di testing e per provarla occorre fare richiesta a Google e attendere che si venga accettati. Io ovviamente ce l’ho già attivata ;) E dopo un paio di giorni che la utilizzo, ho dovuto andare a controllare su un altro account se non fosse stata già attiva prima perché mi chiedevo come avessi potuto farne a meno.

Dimenticavo. Google non ha solo aggiunto Instant Search in Gmail, per cui appena hai scritto due caratteri il sistema cerca di indovinare quello che stai cercando e ti propone una parola e i risultati delle ricerca. Fra questi sono stati inseriti anche quelli di, l’ex Docs, e le mail vere e proprie.

Google Drive Praticamente, come potete vedere nello screenshot qui sopra, quando cerchi una parola Google ti propone tre risultati:

  • nel primo ti offre la possibilità di cercare nelle etichette o di fare una ricerca in tutta la posta per i termini suggeriti;
  • nel secondo ti mostra le mail più rilevanti per la tua ricerca e gli appuntamenti segnati in Google Calendar.
  • nel terzo ti mostra i documenti trovati in Drive. Per attivare la ricerca istantanea e tutte queste cose dovete aderire al programma di testing.

La stessa cosa succede quando fai ricerche in Google.com, con i risultati personali visibili al solo utente.

Nei giorni scorsi Google aveva lanciato anche la nuova funziona di Gmail, ossia un nuovo tool per comporre le mail tenendo sotto gli occhi tutte le altre. Mi è difficile trovare un significato a tutto questo fermento attorno alla web app, specie nel momento in cui praticamente ogni sistema operativo in circolazione ha un proprio client per la lettura della mail. A meno che non ci siano in vista grosse novità per Chorme OS, il cui client per la post guarda a caso è proprio Gmail :)