Gmail è un servizio di posta offerto gratuitamente da Google decisamente flessibile tanto da essere utilizzato con successo sia come account casalingo che come casella di posta professionale. Gmail non è però legato strettamente alla sua interfaccia web accessibile attraverso un qualsiasi browser internet, perché può essere utilizzato anche in abbinamento ad un normale client di posta elettronica come Outlook o come le mille soluzioni diverse disponibili per i dispositivi mobile come smartphone e tablet pc.

Gmail, infatti, può essere utilizzato tramite un qualsiasi client di posta a patto che supporti POP3 e IMAP e dopo aver impostato alcuni semplici parametri tra le impostazioni della casella attraverso l’interfaccia web.

Gmail: differenze POP/IMAP

POP e IMAP sono i protocolli che consentono di scaricare i messaggi dai server di Gmail al computer, permettendo di accedere alla posta con programmi come Outlook, Thunderbird e tanti altri. L’utilizzo di entrambi i protocolli per gli utenti Gmail è assolutamente gratuito. Il protocollo più sofisticato e contestualmente più efficiente da utilizzare, se possibile, è IMAP. Questo perché IMAP offre una comunicazione bidirezionale tra Gmail sul Web e il client di posta elettronica. Tradotto, significa che tutte le operazioni svolte su Gmail sul web saranno immediatamente visibili anche attraverso il client di posta. Nell’uso pratico, questo permette di ricevere in tempo reale sul proprio client di posta i messaggi in arrivo su Gmail. Un vantaggio non per nulla trascurabile soprattutto per chi utilizza il servizio di posta per lavoro.

Inoltre, IMAP garantisce anche una maggiore stabilità. Mentre POP tende a perdere i messaggi o a scaricare più volte gli stessi messaggi, IMAP evita questi inconvenienti tramite le funzioni di sincronizzazione bidirezionale tra i client di posta e Gmail sul Web.

Gmail: configurare POP/IMAP

Configurare il proprio account Gmail per l’utilizzo di POP/IMAP è davvero molto banale ed i passi da seguire sono pochi e molto rapidi. Per prima cosa gli utenti Gmail dovranno effettuare il login nel loro account di posta. Dal menu Impostazioni dovranno sezionare la scheda “Inoltro e POP/IMAP” e li spuntare la voce “Attiva IMAP” ed infine salvare le modifiche apportate.

Effettuato il setup su Gmail, agli utenti non resta che configurare il proprio client di posta. Le procedure differiscono a seconda del software, tuttavia molto spesso i client moderni riconoscono automaticamente le impostazioni di un account di posta auto-configurandosi.

Nel caso di setup manuale, i dati dei server IMAP di Google sono i seguenti:

  • Server in entrata: imap.gmail.com porta 993 protezione SSL
  • Server in uscita: smtp.gmail.com porta 465 protezione SSL

Configurare, invece, l’account per POP3 prevede sostanzialmente la stesa procedura. All’interno della scheda “Inoltro e POP/IMAP”, gli utenti dovranno spuntare “Attiva POP per tutti i messaggi” o “Attiva la funzione POP solo per i messaggi che arrivano a partire da adesso“. Gmail permette di scegliere anche cosa fare dei messaggi che saranno scaricati tramite POP3, come per esempio, salvarne una copia online. Effettuate queste scelte gli utenti dovranno solamente salvare le modifiche e configurare il client di posta.

Anche in questo caso, se l’auto rilevazione dei client non dovesse funzionare, è possibile inserire manualmente i seguenti parametri:

  • Server in entrata: pop.gmail.com porta 993 protezione SSL
  • Server in uscita: smtp.gmail.com porta 465 protezione SSL

Si evidenzia, infine, che Gmail consente di abilitare sia POP che IMAP in parallelo per ogni account in maniera da poter utilizzare in ogni momento il client più adatto senza dover rimettere mano alla configurazione del proprio account.