Project Zomboid, il game degli sviluppatori di The Indie Stone, fa trapelare qualche indiscrezione sulla storia dalla scopo impossibile.

Vediamo insieme qualche dettaglio di un progetto che rischia di rivoluzionare i game in circolazione.

Gli zombie sono l’ossessione di questo periodo storico, a queste spettrali creature sono state dedicati fumetti, film e presto sarà rilasciato anche un video-gioco della ditta indipendente The Indie Stone.

È un progetto molto riservato che non ha ancora visto nemmeno il rilascio online di una versione demo.

Seguiamo le indiscrezioni disponibili in rete per capire le caratteristiche di questo gioco, sapendo che soltanto qualche “voce di corridoio” ha contribuito a creare “il mito”.

A livello tipologico, dicono gli esperti di games, si tratta di un survival game, vale a dire un gioco dove lo scopo, o meglio la missione è quella di sopravvivere.

Semplice, a parole. In realtà quel che il Project Zomboid vuole suggerire ai giocatori è l’impossibilità di completare il gioco, l’impossibilità, in un modo o nell’altro, di sopravvivere.

Gli sviluppatori, che hanno un blog ufficiale sul quale si possono seguire le evoluzioni del games, spiegano di essere stati “costretti” a rilasciare una versione elementare (anche piena di bug a dirla tutta), in seguito alle pressioni dei fan. E così si è scoperto il prologo della storia che fa capire meglio lo scopo impossibile di tutta la missione.

Un uomo e sua moglie si sono rifugiati in una casa, al riparo dagli zombi che hanno invaso la città. La moglie è ferita ed è affranta per il fatto che non riuscendo a camminare condannerà alla morte anche il marito. In un atto d’amore l’uomo la conforta e cerca in casa delle bende per fasciarle la ferita.

Tra i lembi di una coperta trova anche un cuscino e un attimo dopo soffoca la moglie che aveva appena sostenuto.