Il mondo dei social network è in continua evoluzione e può essere analizzato da molteplici punti di vista. Sicuramente dal lato degli sviluppatori, ma anche da quello degli utenti.Riguardo gli sviluppatori può essere documentata la battaglia tra i diversi social network nella speranza di attirare sempre nuovi iscritti verso i propri lidi virtuali. Finora l’ha fatta da padrone Facebook, ma sono in grande ascesa anche Google Plus, Twitter e LinkedIn.

Ciascun social network ha un obiettivo, per esempio LinkedIn si propone come una rete per mettere in contatto tra loro i professionisti. Un po’ come il suo omologo Viadeo. Facebook, invece, è molto più spassoso, ovvero serve soprattutto per restare in contatto con gli amici e condividere informazioni, intrattenimento e contenuti vari.

In Italia Facebook spopola e l’ultimo censimento parla di 21 milioni di iscritti. Il che vuol dire che sono soltanto 6 milioni gli internauti che ancora resistono al fascino del sistema messo in piedi da Zuckerberg.

A rilevare questa presenza massiccia dei nostri connazionali su Facebook è l’Osservatorio Facebook di Vincenzo Cosenza che parte dai dati di Facebook/Ads.

Un’altra statistica dice che tra i 9 milioni di italiani che accedono ad internet da dispositivi mobili, ben 7,5 milioni entrano su Facebook.