Un unico “luogo” che integra tutti gli strumenti indispensabili alle aziende per costruire attività di marketing e vendita mirata, affiancando l’analisi dell’audience per creare engagement alla produzione di bozze intelligenti di testi, così da eliminare lo spamming e privilegiare contenuti personalizzati. Si chiama GhostWriter, ed è la prima piattaforma italiana di content marketing strategy basata su Intelligenza Artificiale (AI), addestrata e pronta all’uso anche per chi di codici e algoritmi non se ne intende.

A svilupparla è stata la startup You Are My Guide, fondata dagli imprenditori italiani Ester Liquori e Mauro Bennici, coppia sul lavoro ma anche nella vita. “GhostWriter nasce dopo 4 anni di ricerca e sviluppo sull’Intelligenza Artificiale e di collaborazioni con aziende in prima linea nel campo della ricerca sull’AI rivolta al mercato operativo, come INTEL e NVIDIA”, spiega Ester Liquori, CEO di You Are My Guide che è stata selezionata da Digitalic tra le 15 donne più influenti nel digitale, nella tecnologia, nel mondo dell’innovazione in Italia.

GhostWriter vanta infatti una tecnologia basata su tutte le tecniche più innovative con un sistema brevettato: la suite di servizi utilizza un motore semantico proprietario, nativo Italiano e Inglese, sistemi cloud e soprattutto algoritmi proprietari di machine learning, deep learning, Natural Language Processing (NLP), analisi di clustering ed elaborazione di Big Data da varie fonti. Un sistema che ha già conquistato clienti come Moleskine e Dynameet.

Come funziona? Grazie all’Intelligenza Artificiale, GhostWriter è in grado, partendo dalla base utenti dell’azienda come i follower dei canali social o i dati marketing del CRM, di identificare il target e il potenziale nuovo pubblico. Nell’assoluto rispetto della privacy sui dati dei consumatori, analizza le preferenze, le modalità di acquisto, le interazioni e di conseguenza suggerisce gli argomenti e i contenuti più pertinenti, aggiornandosi in tempo reale.

“In questo modo le aziende hanno una chiara visione di come è composto il pubblico, cosa gli piace e come si esprime, e in più risparmiano tempo e budget grazie alla predizione: GhostWriter permette alle aziende di prevedere i risultati, grado di attenzione e impatto, dei testi sul pubblico”, sottolinea Ester Liquori.

Il passo successivo è la creazione dei contenuti. “Realizzare contenuti adatti per il proprio pubblico è la chiave di volta per migliorare il risultato delle campagne e la ROI degli investimenti in marketing e vendite, risparmiando tempo e denaro”, continua Liquori. Per questo, una volta identificata l’audience, GhostWriter supporta le aziende nella condivisione e nella creazione dei contenuti più adatti: tramite il Content Curator aiuta per esempio a curare la propria presenza social coinvolgendo facilmente la propria community. Per chi ha bisogno di un assistente virtuale per la creazione di contenuti, GhostWriter mette inoltre a disposizione lo strumento di Content Editor che, a partire da fonti selezionate dall’utente, prepara una bozza intelligente, per eliminare la crisi da foglio bianco e lavorare più velocemente. Utilizzando i sistemi di machine learning e i motori semantici proprietari, GhostWriter impara lo stile di scrittura diventando sempre più preciso ed efficiente, apprende in automatico per migliorare i contenuti e aiuta a competere sui motori di ricerca grazie al SEO Optimizer che analizza i testi della concorrenza e suggerisce in tempo reale come migliorare i propri contenuti.

“Il settore dell’Intelligenza Artificiale, che sarà presto parte delle modalità di lavoro aziendali, ha opportunità di crescita davvero enormi”, conclude Ester Liquori. Obiettivo di You Are My Guide è ora acquisire nuove figure in azienda per mantenere alti livelli di competitività nel ramo di innovazione Ricerca e Sviluppo degli asset tecnologici aziendali, oltre che supportare commercializzazione e aumento della produzione: per questo, la startup sbarca con GhostWriter su Mamacrowd, la piattaforma di equity crowdfunding leader in Italia, con l’obiettivo di raccolta minimo fissato a 100.000 euro.