Getty Images, un archivio che è diventato sinonimo di fotografia digitale, ha iniziato a proporre una funzionalità che potrebbe esserti davvero utile: puoi integrare le immagini del database sul tuo sito web, senza pagare nulla e avendo a disposizione degli strumenti per farle condividere sui social network dai tuoi lettori. Un’opportunità fantastica, che comunque dà da pensare ai fotografi professionisti che guadagnano con le licenze delle proprie foto come su 500px. Non parliamo di contenuti rilasciati sotto Creative Commons.

Hanno quasi lo stesso nome, ma è The Getty ad aver concesso l’intero archivio fotografico come open source. Getty Images è una società che – fra gli altri servizi – mantiene iStockphoto e ha un business orientato ai professionisti su Flickr. Concedere gratuitamente dei contenuti che dovrebbero essere pagati in licenza è un rischio, perché potrebbe portare i fotografi a usare dei servizi diversi e dare l’errata impressione che le stesse immagini possano essere scaricate e riutilizzate gratis, per utilizzo personale o commerciale.

Tanto per essere chiaro, integrare una specie di Twitter Cards sul tuo sito e/o blog che rappresenti un’immagine presa da Getty Images non significa che puoi avere gratis quelle fotografie. Qualunque uso non sia esplicitamente previsto dai termini del servizio è illegale: non puoi tagliarla come vuoi, modificarla o altro. L’embed è uno specchietto per le allodole che, nei piani dell’azienda, dovrebbe convincerti a pagare per usufruire appieno dei contenuti proposti. Io non sono certo che funzioni, però è un tentativo credibile.