Ultimamente siamo davanti ad una fuga di utenti da Facebook, in buona parte giovani. In molti casi tale allontanamento è dovuto alla sempre crescente presenza dei genitori sul social. Un fenomeno a mio parere comprensibile e direi normale, data la naturale tendenza dei ragazzi soprattutto in fase adolescenziale di staccarsi dalla famiglia, alla ricerca della propria identità.

A confermare la sempre presenza dei genitori sui social, e più in generale il loro sempre migliore rapporto con la tecnologia, arriva un sondaggio condotto da Pixmania in occasione dell’avvicinarsi della festa del papà, il 19 marzo. I dati che emergono confermano il formarsi di rapporti sempre più social tra genitori e figli. In particolare, il 35 percento dei genitori afferma di possedere un account Facebook o Twitter, ed il 69 percento dei figli di questi hanno i propri genitori tra i propri contatti o amici.

Il rapporto tra genitori e figli all’interno dei social, però, si presenta nella maggior parte dei casi paritario e aperto. O per dirla in parole povere, ognuno si fa gli affari propri. O almeno, i figli non accettano rimproveri o consigli dai genitori sull’utilizzo dei social, mentre, al contrario, papà e mamme accettano e ricevono dritte dai figli. Sono i papà, in ogni caso, a rivelarsi sempre più amanti della tecnologia, dimostrando interesse crescente per tablet, smartphone e computer.

Quello tra genitori e figli, insomma, è un rapporto in continua evoluzione che, ora, inizia a mostrare sfumature differenti, passando attraverso i social e dunque in uno scenario virtuale.

Segui Andrea Careddu su Google Plus Twitter

photo credit: r0sss via photopin cc