Dopo essersi vista – inerme – la pubblicazione non autorizzata dell’episodio quattro della settima stagione di Game oh Thrones a causa di un attacco cracker, HBO non sembra poter dormire ancora sonni tranquilli.

Il gruppo di cracker che ha trafugato l’episodio 4 della popolare serie tv non si è fermato e ha chiesto un riscatto ad HBO. Se l’emittente televisiva americana non dovesse pagare verranno rese pubbliche informazioni dei prossimi episodi de Il Trono di Spade nonché i contenuti delle email che si sarebbero scambiato fra di loro alcuni dirigenti della società.

La cifra richiesta dai cracker non è ancora nota. Sarebbe stato contattato direttamente il CEO di HBO, Richard Plepler, tramite un video in cui il gruppo di pirati informatici ha dichiarato: “Siamo riusciti ad entrare nel vostro enorme network. HBO è stato per noi uno degli obiettivi più difficili, ma alla fine ci siamo riusciti: sono stati necessari circa sei mesi”.

Stando alle prime dichiarazioni ufficiali, HBO non avrebbe intenzione di pagare il riscatto in quanto non teme una possibile fuga di email, anche se il sito The Hollywood Reporter ha già fatto sapere di aver ricevuto la sceneggiatura del prossimo episodio di GoT e i messaggi di posta elettronica che si sono scambiati alcuni dirigenti di HBO.