Uno degli smartphone più attesi all’MWC 2014 era senza dubbio il Samsung Galaxy S5, un dispositivo che è stato parecchio “rumoreggiato” in queste settimane. Praticamente quanto un iPhone.
Alla presentazione di ieri sera, in diretta streaming, si sono collegati milioni di persone, tutti ansiosi di veder svelato il prodotto. Tante quante per un evento iPhone.
Ed alla fine… il cellulare ha deluso tutti (e per tutti intendo me). Proprio come l’iPhone.
Se non fosse per il fatto che Samsung sforna circa 4,5 dispositivi nuovi al mese e 2 top di gamma (serie Galaxy e Note) all’anno, potrei dire che ultimamente sta davvero copiando perfettamente la filosofia di Apple: prendi il tuo cellulare dell’anno scorso, aggiungici un niente, rivendilo a prezzo pieno.
Purtroppo il Samsung Galaxy S5 mi ha dato proprio questa sensazione:

  1. Un hardware che non aggiunge nulla al modello precedente, almeno di appetibile;
  2. Introduzione di funzionalità aggiuntive che però non giustificano il passaggio dall’S4: sensori biometrici, lettore d’impronte digitali, display leggermente più grande, fotocamera migliorata;
  3. Piccole modifiche nel design, la più evidente delle quali è il retro che lo fa assomigliare alla piastra di un ferro da stiro: un notevole chiaro incentivo a comprare una custodia o a gettarlo inorriditi in mare appena giriamo il telefono. Quest’ultimo gesto è probabilmente inutile perché l’S5 adesso è resistente all’acqua (certificazione IP67);
  4. Interfaccia grafica – la Touchwiz – praticamente invariata: ora anche Apple, che aveva una grafica bellissima, funzionale ed invidiata da tutti nei suo iOS, ha capito che doveva svecchiarla per restare al passo con i tempi (poi ha affidato il design di iOS 7 ad una scuola elementare, ma questa è un’altra storia).
  5. Inserimento di nuovi software per fare vedere quanto è figo il nuovo cellulare, ma che probabilmente non userà nessuno: così tanti che sul modello base da 16 GB solo poco più di 8 sono a disposizione dell’utente.

Veniamo quindi alle domande cruciali: lo comprerò? Assolutamente no: ho già un Note 3 (modello su cui Samsung sta svolgendo un lavoro egregio) e non vedo nel Samsung Galaxy S5 funzioni che mi facciano gridare al miracolo.
Lo comprerete? Se siete già possessori di un S4 lasciate perdere, vi ritrovereste tra le mani lo stesso prodotto e qualche centinaia di euro in meno in tasca. Se avete un dispositivo più vecchio, potreste valutare la scelta, ma guardatevi prima intorno: Android è bello perché è vario!

Cordialità,
Il Triste Mietitore