Il Galaxy S8 è sicuramente un prodotto altamente innovativo. Tra la miriade di sensori e supporti inclusi, c’è anche quello che permette allo smartphone di poter essere sbloccato attraverso un efficace sistema di riconoscimento facciale. In alteri termini, il Galaxy S8 riconosce il volto del suo proprietario andandosi a sbloccare senza l’uso di password o del sensore per le impronte digitali. Tuttavia, anche se efficace per quanto riguarda il riconoscimento del volto, questo sistema di sicurezza non sarebbe poi così sicuro.

Infatti, è stato dimostrato che basterebbe una foto del proprietario per sbloccare il terminale. Per una funzionalità legata alla sicurezza trattasi di un bel problema di sicurezza. Trattasi di un guaio importante che non dovrebbe accadere. In realtà il problema in se è noto per questo tipo di sistema di autenticazione, ma per esempio, Google l’ha risolto brillantemente chiedendo esplicitamente che l’utente muova un occhio o sbatta una palpebra per dimostrare di essere reale e non appunto una semplice fotografia.

Samsung, dunque, è chiamata a correre ai ripari per eliminare un problema alquanto fastidioso che potrebbe compromettere la sicurezza del terminale. Per un prodotto ad alto tasso di tecnologia e con costi non indifferenti, trattasi di un dettaglio che probabilmente doveva essere risolto prima.