Il Samsung Galaxy S8 e il suo fratello maggiori Galaxy S8+ non supportano Google Daydream, la piattaforma di realtà virtuale di Big G. La notizia, in realtà non giunge proprio inaspettata. Samsung dispone di una sua piattaforma per la realtà virtuale. Come noto, i più recenti Galaxy possono funzionare come motori per i Gear VR, visori per la realtà virtuale sviluppati direttamente da Oculus. Inoltre, Google Daydream è ancora una piattaforma giovane, molto al di sotto di quella di Oculus come contenuti.

Anche se non menzionato ufficialmente, è possibile che Samsung abbia voluto privilegiare la sua piattaforma per la realtà virtuale. Tuttavia questo non cambia che in futuro, quando Daydream crescerà, quesa lacuna non possa trasformarsi in una rinuncia da parte degli utenti che non potranno scegliere qualche piattaforma utilizzare.

Per il momendo nascente della realtà virtuale trattasi, dunque, di una notizia non positiva perchè questo allontanamento, anche se forse solo momentaneo, rischia di rendere l’ecosistema di queste piattaforma troppo frammentato.

Galaxy S8, dunque, per chi vuole sperimentare la realtà virtuale, potrà solamente funzionare con le soluzioni made in Samsung, almeno per il momento. Si ricorda, al riguardo, che la casa coreana ha lanciato una nuova variante del Gear VR con controller integrato e piena compatibilità con il Galaxy S8.