Il futuro smartphone top di gamma di Samsung, Galaxy S6, integrerà un sistema di ricarica wireless posto nella parte posteriore del dispositivo. Dopo le innumerevoli indiscrezioni circolate nei precedenti giorni, Samsung Galaxy S6 si preannuncia essere un device estremamente interessante e con caratteristiche tecniche all’avanguardia.

Samsung desidera creare un punto di rottura rispetto al passato con la presentazione di Galaxy S6, il primo smartphone della serie Galaxy S ad avere uno chassis unibody in alluminio. Allo stesso tempo, però, gli ingegneri dell’azienda coreana hanno deciso di integrare, all’interno del compartimento batteria, un sistema di ricarica induttiva ad alta efficienza. Questa scelta, qualora si rivelasse veritiera, spiegherebbe i rumors circolati a riguardo di un ecosistema di accessori estremamente ampio che includerebbe custodie realizzate ad-hoc e anche una stazione di ricarica.

La domanda che gli addetti ai lavori si pongono riguarda il principio di funzionamento della ricarica wireless che sarà presente all’interno del case unibody. Sembra, infatti, che la cornice del Galaxy S6 sarà in metallo, mentre le parti frontale e posteriore verranno protette da vetro “premium”, altamente resistente, una scelta che riporta alla mente Galaxy Note 4 e la serie Sony Xperia.

Sul fronte delle specifiche tecniche, Galaxy S6 condividerà le specifiche tecniche del Galaxy S6 Edge ovvero processore octa core Exynos 7420 a 2,1GHz, GPU ARM Mali-T760, 3GB di RAM e 32GB di memoria interna. Lo schermo, invece, avrà una diagonale pari a 5,1 pollici con risoluzione pari a 2560×1440 pixel. La dotazione hardware si completa con due fotocamere da 5 e 20 megapixel, come è stato recentemente svelato dal sito web SamMobile. Infine, sul fronte software, troveremo l’interfaccia TouchWiz rinnovata e il sistema operativo Android 5.0.2 Lollipop.