Il Samsung Galaxy S10 continua a far parlare di sé in maniera molto positiva. Questa volta sotto i riflettori le prestazioni davvero di rilievo emerse dal database di AnTuTu, nota piattaforma di Benchmark largamente utilizzata da tutti i dispositivi mobile. All’interno del database della piattaforma sono apparsi i risultati di uno smartphone identificato dal codice SM-G975F che dovrebbe essere una variante del futuro top di gamma Android della casa coreana. Nello specifico, si tratterebbe della declinazione europea visto che, stando ai dati del test, il dispositivo è dotato del processore Exynos 9820 con processo produttivo a 8 nanometri presentato da Samsung poche settimane fa.

Sempre secondo i dati della piattaforma di AnTuTu, questo misterioso smartphone sarebbe equipaggiato con un display con risoluzione 2280×1080 pixel e caratterizzato da 6 GB di memoria RAM e 128 GB di storage interno. Specifiche che fanno ipotizzare che si dovrebbe trattare del modello premium del Galaxy S10, quello con display da 6,44 pollici.

Ma il dato più rilevante è quello del punteggio ottenuto su AnTuTu. Grazie al nuovo processore Exynos 9820, questo smartphone ha ottenuto ben 325.076 punti. Trattasi di un risultato davvero eccellente che va a superare quello ottenuto dal Huawei Mate 20 Pro che dispone del processore Kirin 980.

Questi primi test mostrano, dunque, come il futuro Galaxy S10 europeo potrà contare su tanta potenza che non potrà che esaltare l’esperienza d’uso del dispositivo. Tanta potenza ma anche molta efficienza visto che Samsung ha più volte evidenziato che il nuovo processore garantirà un’efficienza energetica migliorata del 40% rispetto a quella offerta dal processore Exynos 9810 oggi sul Galaxy Note 9.

Il nuovo Exynos 9820 se la dovrà giocare con il processore Snapdragon 8150 di Qualcomm che su AnTuTu ha già superato i 360 mila punti. Trattandosi di piattaforme ancora non in produzione è possibile che i punteggi varino nel corso del tempo.